Ho progettato Girandolo per dare a mia figlia uno strumento d’uso quotidiano da usare come si fa con un tavolo, un divano, un tappeto: per farci un sacco di cose.

 

Ho fatto del mio meglio perchè fosse bello oltre che funzionale: bello da vedere, toccare, annusare, ascoltare…

 

Sono convinta che un prodotto valido debba nascere da un reale bisogno e non provocarlo.

 

Così è nato Girandolo e così vorrei che fosse anche per gli oggetti che verranno, nel momento in cui ci sarà la necessità di progettarli.